La commissione ambiente capitolina si astiene sulla delibera popolare. Chiediamo subito la convocazione di un tavolo di confronto!

1_La delibera popolare in esame presso la Commissione ambiente capitolina.

Oggi si è riunita la Commissione capitolina ambiente rispetto all’esame della proposta di delibera di iniziativa popolare depositata a luglio scorso con 7500 firme valide dal Comitato promotore di DeLiberiamoRoma #mirifiuto. La proposta di delibera popolare sui rifiuti, propone che sia avviato un primo decentramento verso i municipi di poteri di controllo su AMA, che sia decentrata l’intera struttura operativa di AMA nei quindici municipi con un Piano industriale basato su un ciclo dei rifiuti improntato ai principi di economia circolare e che sia avviato un vero percorso di “partecipazione popolare”

2_ Ama e amministrazione smentiscono le dichiarazioni di Zaghis e ci danno ragione!

Erano presenti oltre la nostra delegazione, il presidente Daniele Diaco ed i consiglieri Roberto Di Palma e Simona Ficcardi del M5S e Valeria Baglio per il PD, la dirigente del dipartimento ambiente Laura D’Aprile e l’amm.re unico di AMA Stefano Zaghis. Hanno peraltro tutti condiviso la nostra linea in rapporto al Piano industriale di AMA che dovrà essere rivisto alla luce delle nuove direttive europee e puntare al “recupero di materia” (con impianti di compostaggio aerobico dell’umido di piccola media scala oltre al riciclaggio delle frazioni inorganiche) e non al “recupero di energia” (con impianti di biogas per l’umido e di incenerimento per le frazioni combustibili) cosi come annunciato dal presidente Zaghis pochi giorni fa.

3_ La partecipazione popolare non è gradita, se non in forma consultiva.

Il punto su cui non si è raggiunta la convergenza riguarda il sistema di “partecipazione popolare” tra la nostra proposta di istituire gli Osservatori rifiuti zero municipali e comunale con funzioni “deliberanti”, mentre i consiglieri di maggioranza hanno dichiarato di voler attivare un sistema di Consulte (municipali e cittadina), che ovviamente hanno una pura funzione “consultiva” ma senza alcuna valenza decisionale.

4_ I consiglieri M5S si astengono!

I consiglieri presenti hanno tutti molto apprezzato e dichiarato di condividere appieno i principi legati al decentramento di poteri di controllo verso i municipi, alle AMA di Municipio e ad un suo confronto con le organizzazioni del territorio, salvo che i tre consiglieri del M5S si sono astenuti in fase di votazione mentre la consigliera Baglio ha votato a favore. Quindi la proposta andrà in Aula Capitolina dopo le festività, ma se non cambierà il voto della maggioranza M5S la proposta è destinata ad essere archiviata, proprio mentre incombe la peggiore emergenza rifiuti nelle prossime festività.

Il gruppo M5S ha dichiarato il suo interesse a recuperare i contenuti di DeLiberiamoRoma attraverso un atto consiliare, e quindi chiediamo pertanto che sia istituito formalmente un “tavolo di confronto” tra i gruppi consiliari capitolini ed una delegazione di DeLiberiamoRoma.

Roma 13 dicembre 2019     

Movimento Legge Rifiuti Zero per l’economia circolare

 

Piazza Vittorio Emanuele II n°2

00185 Roma (RM)

© 2018 Movimento Legge Rifiuti Zero per l'Economia Circolare